In questo sito web vengono usati cookie per personalizzare la tua esperienza di navigazione. In alcune sezioni potrebbero anche essere usati cookie di terze parti.

 

A partire dall’anno scolastico 2013-2014 il Liceo Copernico ha ripensato completamente il sistema di recupero e di aiuto agli studenti in difficoltà. La drastica modifica dell’organizzazione è partita dalla constatazione che il precedente sistema, che ruotava interamente intorno ai corsi di recupero, non ha mai dato i risultati sperati.

Il nuovo sistema di recupero è incentrato invece su due cardini fondamentali: il recupero in itinere, svolto in classe da ciascun insegnante, e l’attività di sportello. Durante le ore di sportello alcuni insegnanti sono a disposizione, su richiesta, di piccoli gruppi di studenti (eventualmente anche singolarmente) per aiutarli a mantenere il passo con il resto della classe superando piccoli dubbi e incertezze (ad esempio prima di una verifica). Il Liceo Copernico ha investito, e intende continuare a farlo, un’ingente quantità di risorse su questo tipo di recupero, che si è rivelato nel corso degli anni il più efficace.

Nel caso dovessero comunque permanere alcune insufficienze al termine del primo Quadrimestre, le prove di recupero proposte agli studenti sono organizzate per moduli, che riguardano solo gli argomenti fondamentali di ciascuna disciplina: ad esempio uno studente potrà trovarsi a recuperare solo uno o due moduli, in modo da potersi concentrare sugli argomenti essenziali e da ottenere un recupero più efficace. Su tali moduli il Liceo offrirà comunque dei corsi di recupero pomeridiani. Se la scuola fornisce, ad esempio, un corso di matematica di 12 ore, uno studente potrebbe trovarsi a dover seguire solo alcune di queste ore, dedicate agli argomenti che non ha ancora del tutto chiari; al termine del percorso di recupero, lo studente affronterà una prova scritta esclusivamente su tali argomenti.

Grazie a questa nuova modalità, di norma nessuno studente arriverà allo scrutinio di fine anno con insufficienze diffuse in molte materie e su tutti gli argomenti dell’anno. In tale occasione, quindi, gli allievi che dovessero presentare ancora qualche insufficienza, avranno di fronte un’effettiva possibilità di recupero: su due, al massimo tre materie, e solo su alcuni moduli di tali materie. Gli allievi con il giudizio sospeso affronteranno allora un ulteriore, breve periodo di recupero intensivo (dalla metà di giugno alla metà di luglio) per colmare le ultime lacune rimaste. In questo periodo saranno predisposti dei corsi di recupero sui moduli più importanti di ciascuna materia. Le prove di recupero si svolgeranno entro la prima metà di luglio.

I vantaggi di questa nuova organizzazione sono molteplici:

  1. le possibilità di recupero sono notevolmente aumentate per tutti gli studenti;
  2. chi ha recuperato le insufficienze ha a disposizione un adeguato periodo di riposo che gli permetterà di affrontare proficuamente l’anno scolastico seguente;
  3. i pochi studenti che dovessero essere non ammessi all'anno successivo avranno a disposizione una congrua pausa per ripensare la loro carriera scolastica, prima dell’inizio del nuovo anno scolastico.